Cosa abbiamo fatto nel 2017

Cari amici e care amiche della Fondazione Arpa O.N.L.U.S., inviamo questo resoconto di tutte le attività e di tutti gli obiettivi più importanti che Arpa è riuscita a raggiungere nell’anno 2017. Un sentito ringraziamento va a tutti voi che ci sostenete, che credete in noi: GRAZIE, per darci le energie e le risorse per fare sempre più.

1° Festival Internazionale della Robotica, Pisa, 7-13 settembre 2018

La Fondazione Arpa è stato ente organizzatore e principale finanziatore del Primo Festival Internazionale della Robotica, che si è svolto a Pisa dal 7 al 13 settembre (stanziati 130.000€).

L’elemento portante del Festival è stata un’esposizione interattiva di cui sono stati protagonisti i robot nei settori della chirurgia, della riabilitazione, dell’assistenza agli anziani fragili e alle persone disabili, delle protesi bioniche, dell’interazione fisica ed emotiva fra persone e robot, della realtà virtuale, della robotica industriale di tipo collaborativo, dei droni, dell’economia circolare, della robotica per l’arte, per l’handicap. 

I visitatori sono stati attivamente coinvolti in percorsi nei quali hanno potuto vedere vedere i robot in azione, toccarli e interagire con loro. Particolare attenzione é stata dedicata alle scolaresche; non solo hanno potuto vedere i robot in azione e toccarli, ma hanno interagito con loro secondo protocolli di studio costruiti con criteri scientifici in condivisione/collaborazione con i responsabili scolastici.

Sono stati organizzati dibattiti e tavole rotonde con la partecipazione di personalità provenienti da vari ambiti culturali, fra i quali sociologici, psicologi, filosofi, antropologi, economisti, giuristi, studiosi di etica della tecnologia, scrittori, giornalisti, artisti e designer, che hanno discusso le grandi sfide etiche, sociali, legali ed economiche che l’avanzamento tecnologico e scientifico della robotica pone.

Ampio spazio alle applicazioni della robotica:

– in area socio-sanitaria (chirurgia, riabilitazione, domotica, economia, sport e turismo nell’handicap sensoriale e motorio);

– nella cooperazione umanitaria (cui è dedicata un’intera giornata), in collaborazione con le più importanti organizzazioni nazionali e internazionali operanti nelle aree difficili del globo nella convinzione che il buon uso delle tecnologie e quindi anche della robotica, contribuisca a ridurre la divaricazione tra nord e sud del mondo.

Per tutta la durata del Festival Internazionale della Robotica sono stati a disposizione per una prova pratica i più utilizzati sistemi di chirurgia robotica ad uso clinico ed i rispettivi simulatori. Si va dal robot da Vinci di Intuitive Surgical, impiegato in chirurgia generale e dei trapianti, urologia, ginecologia, chirurgia toracica, e otorinolaringoiatria, ai sistemi Mako (Stryker) per chirurgia del ginocchio e dell’anca, al Renaissance di Mazor per la chirurgia spinale, ai sistemi di navigazione per chirurgia di Masmec ed al sistema per microchirurgia di MMI. Per i simulatori chirurgici saranno presenti i più avanzati simulatori per chirurgia robotica (dV-Trainer di Mimic a da Vinci Skills Simulator di Intuitive Surgical), chirurgia laparoscopica (LapSim di Surgical Science) e chirurgia endovascolare (Angio Mentor di Simbionix). 

Le prove sono state supervisionate da tutor esperti nel settore della simulazione e formazione in chirurgia. Quest’opportunità si è rivolta ad un ampio bacino di utenti che spazia dai chirurghi specialisti in fase di aggiornamento, agli specializzandi, fino agli studenti di medicina. Queste sessioni sono particolarmente indicate ai più giovani (studenti di medicina) in quanto provare un simulatore o addirittura un sistema chirurgico di reale uso clinico costituisce per loro un evento di rara, se non unica, portata ed allo stesso tempo può far maturare un interesse in una o più specialità chirurgiche, come comprovato da pubblicazioni scientifiche.

Alle problematiche dell’industria (ricerca, applicazioni, sostenibilità economica e sociale) è stata dedicata un’intera giornata, con particolare attenzione alle Università, agli enti di ricerca, alle aziende e alle startup, che avranno a disposizione spazi per presentare i propri progetti e le proprie realizzazioni.

Al percorso espositivo è stato affiancato un articolato programma di attività culturali ed artistiche ideato per presentare agli ospiti (visitatori, espositori, investitori italiani e stranieri) un’importante offerta musicale: il concerto Pucciniano a cura del Maestro Andrea Colombini sabato 9 al Teatro Verdi ed un concerto con il Maestro Andrea Bocelli, la Soprano Maria Luigia Borsi e le arpe della Celtic Harp Orchestra martedì 12 settembre sempre al Teatro Verdi.

L’evento si avvale del prezioso supporto degli Enti Promotori: il Comune di Pisa, la Regione Toscana, l’Università di Pisa, la Scuola Normale Superiore, Scuola Sant’Anna con l’Istituto di Biorobotica, il Consiglio Nazionale delle Ricerche, il Centro di Ricerca Piaggio, l’IRCCS Stella Maris ed il Centro di Eccellenza ENDOCAS.

All’evento aderiscono quali co-promotori: ABF (Andrea Bocelli Foundation), AssoFly Onlus, Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, Camera di Commercio di Pisa, CESVOT, ConfCommercio Pisa, Confesercenti Pisa, Convention Bureau Tuscany, Fondazione Carnevale di Viareggio,  Fondazione Italia Giappone, Fondazione Palazzo Blu, Fondazione Teatro Di Pisa, Gruppo Chirurgia d’urgenza – Protezione Civile Pisa, Medical Micro Instruments (MMI), Museo della Grafica di Pisa, Parco Regionale Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli, Scienzia Machinale srl, Toscana Aeroporti, Unione Industriali Pisana, 46ª Brigata Aerea.

Il bilancio del 1° Festival Internazionale della Robotica è stato più che positivo per gli organizzatori e i co-organizzatori: un nutrito numero di enti e soggetti che hanno cooperato per la buona riuscita di una manifestazione che si prepara già per la prossima edizione nel 2018. Grande successo per quello che è stato il primo grande meeting internazionale delle macchine, svoltosi non a caso a Pisa che, con la sua area, vanta una delle più alte concentrazioni al mondo di addetti e di attività di ricerca, sviluppo e applicazione di sistemi robotici ed è la sede naturale del festival che presenta la robotica nelle sue molteplici applicazioni per ‘servire’ la persona.

Tra questi anche ABF (Andrea Bocelli Foundation), che ha preso parte alla giornata dedicata alla cooperazione umanitaria e che ha contribuito al successo del festival.

Il programma ha visto giornate dedicate alla Sanità, all’Industria, allo Spettacolo, alla Cooperazione Umanitaria, al Turismo del disabile, ma soprattutto ha coinvolto studiosi, esperti, studenti. 

Convegni, laboratori per ragazzi e docenti, spettacoli teatrali e cinematografici, una mostra dedicata ai modelli vinciani hanno portato in una settimana circa 10.000 persone nelle diverse sedi situate in città: gli Arsenali Repubblicani dedicati agli incontri ed all’esposizione chirurgico-sanitaria, la Leopolda per i laboratori didattici e l’esposizione industriale, la Camera di Commercio per gli incontri dell’Industria, le tre Università pisane per gli incontri ed i dibattiti scientifici, umanistici e di settore.

Il concerto del Maestro Andrea Bocelli con Maria Luigia Borsi e l’orchestra diretta dal robot Yumi ha avuto poi un grande successo con un riscontro mondiale dal punto di vista mediatico.

Accordo fra Fondazione Arpa e Comunità di Sant’Egidio

All’inizio di gennaio è stato firmato un accordo per la cooperazione internazionale in campo sanitario per lo sviluppo nei paesi africani di:

Formazione del personale sanitario

  • coinvolgimento di Medici e/o Infermieri dei Paesi dove DREAM è attivo attraverso corsi di formazione in loco, e-learning o con stage di personale medico e/o infermieristico selezionato in strutture sanitarie italiane; 
  • invio di Medici e/o  infermieri e/o ingegneri italiani afferenti alle realtà dei firmatari dell’accordo con missioni nei centri di telemedicina e di DREAM 

Telemedicina

  • implementazione del numero di medici specialisti consulenti nella piattaforma di Global Health Telemedicine con particolare attenzione all’ Ortopedia, Pediatria, Chirurgia generale e Chirurgia plastica, Dermatologia, Malattie infettive, Cardiologia e Medicina interna.
  • Realizzazione in uno o più centri DREAM di una postazione prototipale di telepatologia per lo Screening dei tumori della cervice uterina 
  • Apertura di nuove postazioni di teleconsulto multispecialistico nei centri sanitari di ARPA

Ricerca operativa

  • promuovere accordi con centri universitari, di ricerca e/o di cura od altri operatori, pubblici e/o privati, italiani nell’ambito della cooperazione sanitaria internazionale

Trasferimento pazienti 

  • eventuale trasferimento a Pisa di casi clinici particolari e selezionati congiuntamente

Libri usciti sotto l’egida di Arpa

Gennaio: “Il Dolore e la sua terapia nella medicina occidentale. Dalle origini alla metà dell’800” a cura di Franco Mosca. Autori Gianfranco Natale e Alberto Zampieri (Pisa University Press)

Febbraio: “Il Medico osserva” di Dr. Antonio Cambi tratto dalla Rubrica omonima della Rivista La Ballata, edita anch’essa dalla Ibiskos Ulivieri di Empoli. La presentazione in una sede post universitaria, qualificata al perfezionamento,  ha il significato di una proposta di comunicazione in Medicina, che ha utilizzato uno spazio stabile in una rivista di cultura generale per ampliare i temi che si offrivano all’Autore durante la sua professione di medico. Il periodo che abbraccia il libro è quello degli ultimi dieci anni, densi di temi che l’attualità  propone a chi opera in sanità.

Febbraio: “La scienza ci salverà”  opere di Giampiero Poggiali Berlinghieri a cura di Nicola Micieli con la presentazione delle opere che sono state donate dall’artista alla Fondazione.

L’opera più importante, riportata in copertina del libro, verrà posizionata nel 2018 su una delle rotonde all’entrata dell’ospedale di Cisanello.

Marzo: Patrocinato da Arpa e da Università dell’Insubria  il volume “Giovanni Battista Palletta (1748-1832). Protochirurgo dell’Ospedale Maggiore di Milano” del prof. renzo Dionigi”

In memoria di “Mario Campa”

Titolo del Progetto: cura e salvaguardia dei reperti storico – clinici della sezione Tosco-Ligure “Mario Campa” dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria con riferimento alla storia e alla documentazione dei beni strumentali e didattici della facoltà medica con particolare attenzione alla dermatologia.

Spesa sostenuta € 1.500

PCRF

Nel 2017 la collaborazione da parte di ARPA per quanto attiene la messa a disposizione di materiali medicali che potrebbero risultarvi disponibili per l’equipaggiamento delle strutture sanitarie palestinesi (dagli Ospedali di 3 livello fino ai Primary Health Care centres = Palestina, Cisgiordania (Ospedali governativi “Palestine Medical Complex” di Ramallah e “Rafidia” di Nablus) e Striscia di Gaza, (Ospedali governativi “Al- Shifa” di Gaza city, “European Gaza Hospital” e “Nasser” Khan Yunis; Distretto sanitario di Khan Yunis e Rafah)). Coinvolgimento a missioni chirurgiche e/o di formazione. 

Progetto Hope - Ecaduor 2017

Convenzione siglata tra la fondazione guidata dal Prof Franco Mosca Presidente di Arpa Onlus e la FOSE (Fondazione Operación Sonrisa Ecuador, Organizzazione di Società Civile senza finalità lucrativa, riconosciuta dal 1997, è provveditore umanitario dedicato alla chirurgia plastica ricostruttiva e al trattamento medico specializzato per bambini, giovani, e adulti con disabilità temporali, derivate da malformazioni facciali e corporali, come le fissure labio-alveolo-palatine, tumefazioni non neoplastiche, terapie di riabilitazione del linguaggio e del cavo orale, chirurgia della mano e del piede, formazione medica della specialità, formazione per i genitori, visite mediche multidisciplinarie e altre) rappresentata dal Direttore generale Dr. Francisco Punina aggiunge all’impegno umanitario un esplicito e diretto  impegno formativo. I professionisti della sanità italiani ed ecuadoregni parteciperanno alle future missioni mediche in Ecuador affiancati da medici specializzandi, logopedisti, infermieri, studenti di medicina e chirurgia  di entrambi i paesi, ai quali sarà offerta una straordinaria opportunità di acquisire esperienze sia nell’ambito professionale che in quello dell’intervento umanitario.  

A completamento del percorso il personale sanitario ecuatoriano selezionato potrà accedere a periodi formativi di alcuni mesi presso le  Aziende Ospedaliere Universitarie della Regione Toscana.

Progetto Hope - Armenia

In collaborazione l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana e nell’ambito dell’accordo di cooperazione sanitaria tra Regione Toscana e Ministero della Sanità dell’Armenia, Arpa ha attivato ed interamente sostenuto il progetto formativo che ha dato l’opportunità a due medici armeni di effettuare uno stage di 2 mesi a Pisa (settembre-ottobre). 

Il Dr. Vahe Razmik Sargsyan, cardiologo, dell’Ospedale di Yerevan è stato affidato alla Dr.ssa Maria Grazia Bongiorni responsabile della Cardiologia 2 dell’AOUP per un corso intensivo sul trattamento chirurgico delle patologie cardiovascolari e sulle aritmologie.

Il Dr. Armen Balayan, proveniente da Yerevan è stato affidato al Prof. Mauro Ferrari, Direttore  della Chirurgia Vascolare, dell’Università di Pisa.

Questo progetto è stato dedicato alla memoria dell’Ing. Piergiorgio Ballini, già Amministratore Delegato di SAT – Società Aeroporto Toscano Galileo Galilei – S.p.A.

Progetto Hope - Missioni Umanitarie 2017

Seguiti dal Tutor Dr. Nicola Freda del Consiglio Direttivo di Arpa e attivo sostenitore dei progetti di cooperazione umanitaria in Centro e Sud America dove è attivo da molti anni come chirurgo plastico ricostruttivo si sono recati in missione umanitaria in Perù:

  • Febbraio/aprile, Alessandro Grosso
  • Marzo/aprile, Edda Parrinello e Marta Parrinello
  • Agosto/settembre, Marina Montemagni
  • Agosto/settembre, Alessandra Beni, Valentina Golfo, Agata Capodiferro e Flavia Manzo Margiotta
  • Spesa sostenuta: € 9.000

Progetto dolore

Febbraio: donati € 27.000 al Dipartimento di  Biologia dell’Università di Pisa al fine di co-finanziare una o più Borse di Studio finalizzate ad un Progetto di Ricerca sugli studi genetici sui tumori del Pancreas che sarà gestito dall’Unità di Genetica del Dipartimento (Dott. Daniele Campa).

E’ stato confermato il contratto all’Ing. Kolachalam Shivakumar Radhakri per uno studio sulla valutazione del meccanismo d’azione del recettore oppiode mu, il target principale della morfina e degli altri farmaci oppioidi, utilizzando la microscopia ad alta risoluzione su scala nanometrica, sotto il tutoraggio del Dr. Marco Scarselli, Ricercatore di Farmacologia dell’Università di Pisa. Cifra

Servizio Civile

Da aprile a dicembre 2017 insieme al CISP la fondazione Arpa ha promosso la presenza di due ragazze del servizio civile per seguire il Progetto Gulliver promosso da Arpa in collaborazione con AOUP. 

Progetto Glioblastoma

Le risorse del fondo Gambicorti istituito da Arpa sono assegnate al Dr. Francesco Pasqualetti della U.O. di Radioterapia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana in collaborazione con la U.O. di Farmacologia per un progetto di ricerca sul glioblastoma. 

La Famiglia Gambicorti ha provveduto alla raccolta di fondi per sostenere la ricerca in memoria del figlio Luca (1981-2012).

Progetto genetica del Pancreas

Arpa ha stanziato € 55.000,00  per finanziare un Progetto di Ricerca sulla genetica del Pancreas che sarà gestito dall’Unità di Genetica del Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa (Referente del progetto Dott. Daniele Campa). La donazione verrà divisa in due tranche, una di €32.500 nel 2017 e l’altra di € 22.500nel primo trimestre del 2018.

Borsa di Studio in memoria dei Caduti di Nassyria.

Riconfermate le due borse di studio dedicate alla memoria dei Carabinieri caduti a Nassirya sono state assegnate a Alessandro Telesca di Lecce, studente del 5° anno della Facoltà di Medicina e Chirurgia e Rosanna Paduanelli, studentessa barese del 2° anno del Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche all’Università di Roma. Spesa sostenuta € 8.000.

Borsa di studio in memoria di Benedetto Orvietani

In memoria di Benedetto Orvietani scomparso prematuramente a giugno è stata è stata istituita una borsa di studio per  sostenere la Ricerca sui tumori del pancreas.

51° Congresso Nazionale del SISM

Patrocinio e contributo del 51° Congresso Nazionale del SISM (Segretariato Italiano Studenti di Medicina) svoltosi dal 9 al 12 Novembre 2017 a Tirrenia (PI). E’ stato siglato un accordo di Collaborazione fra la Fondazione ARPA e gli organizzatori del congresso.

Patrocini

Patrocinio e contributo di € 1.000 al progetto teatrale “Il silenzio degli eroi semplici”, aprile, spettacolo imperniato sulle figure di Giorgio Nissim, di Don Arturo Paoli e di Gino Bartali, che contribuirono alla salvezza di centinaia di perseguitati dal nazifascismo a Pisa, Lucca e in Toscana. Tema dello spettacolo è la Memoria in Toscana durante la Resistenza civile al nazifascismo e riporta in luce gesti di solidarietà umana e di coraggioso altruismo, diffondendo quindi un messaggio intenso e positivo anche ai giorni d’oggi.

Patrocinio alla X Edizione Simposio Internazionale Galilei, svoltosi a Pisa 15 – 16 Giugno 2017. Presidente Prof. Marco Romanelli. Le giornate Galileiane hanno rappresentato un momento di unione, di riflessione e condivisione degli ideali che hanno ispirato i dermatologi di Pisa e Miami nel tempo e nel loro percorso culturale.

Acquisto DEFIBRILLATORI

Sono stati donati dalla Fondazione Arpa in collaborazione con l’organizzazione Cecchinicuore nel corso del 2017 Defibrillatori Automatici Esterni posizionati nei luoghi:

  • Scuola Sant’Anna in ricordo di Dino Satriano
  • Associazione “Dopo di Noi” in ricordo del Prof. Pietro Pfanner
  • Tribunale di Pisa in ricordo dell’Avv. Arnaldo Massei

Premi di Studio

Arpa ha istituito nel 2017 i seguenti Premi di Studio:

Premio in memoria di Mario Campa 2017

In occasione del Congresso Nazionale della Società Italiana di Microbiologia è stato assegnato un premio di € 1.000 “in memoria di Mario Campa 2017” per la miglior tesi di dottorato nel settore della Microbiologia Generale.

Premio Premio John Howard”

“Premio John Howard” nell’ambito del Congresso Annuale di “Pancreas Club”. Per la miglior presentazione di un giovane ricercatore. € 1.000.

Premio 28° Meeting EURAPS

In occasione del 28° Meeting EURAPS (European Association of Plastic Surgeons) è stato assegnato un premio di € 500 per la migliore presentazione. Argomento: la decellularizzazione della mano per eliminarne l’immunocompetenza.

Premio per il lavoro scientifico più innovativo nell’ambito della Chirurgia Generale

Premio per il lavoro scientifico più innovativo nell’ambito della Chirurgia Generale presentato al Congresso Nazionale della Società Italiana di Chirurgia SIC in memoria del Prof. Mario Selli, Maestro di Chirurgia che pose le basi per la moderna Chirurgia Pisana. Vincitore del Premio il Dr. Giampaolo Formisano della Divisione di Chirurgia Generale e Mini-invasiva, Ospedale “Misericordia” di Grosseto con l’abstract “Robotic total mesorecta excision: three-year oncological results in a consecutives series of 88 patients”.

Mostra artistica

In collaborazione con il Comune dal 25 marzo al 5 giugno, Patrocino ed organizzazione della mostra “Somewhere else” dell’artista Wolfang Laib che ha visto l’installazione dell’artista all’interno della Chiesa della Spina in Pisa. La mostra è stata visitata da circa 6200 visitatori.

Festival Pucciniano

Si rinnova nel 2017 la pluriennale partnership fra il Festival Puccini di Torre del Lago e la Fondazione Arpa in occasione del suo 63° Festival. 

Come avviene da numerosi anni Arpa è presente dal 14 luglio al 30 agosto nel Gran Teatro Giacomo Puccini con uno stand dedicato all’informazione e raccolta fondi.

Pubblicazioni

Technical Details and Results of a Modified End-to-Side Technique of Pancreatojejunostomy: a Personal Series of 100 Patients.
Morelli L, Di Franco G, Guadagni S, Palmeri M, Furbetta N, Gianardi D, Del Chiaro M, Di Candio G, Mosca F.

Performances on simulator and da Vinci robot on subjects with and without surgical background.
Moglia A, Ferrari V, Melfi F, Ferrari M, Mosca F, Cuschieri A, Morelli L.

Robot-assisted total mesorectal excision for rectal cancer: case-matched comparison of short-term surgical and functional outcomes between the da Vinci Xi and Si.
Morelli L, Di Franco G, Guadagni S, Rossi L, Palmeri M, Furbetta N, Gianardi D, Bianchini M, Caprili G, D’Isidoro C, Mosca F, Moglia A, Cuschieri A.

Full Robotic Colorectal Resections for Cancer Combined With Other Major Surgical Procedures: Early Experience With the da Vinci Xi.
Morelli L, Di Franco G, Guadagni S, Palmeri M, Gianardi D, Bianchini M, Moglia A, Ferrari V, Caprili G, D’Isidoro C, Melfi F, Di Candio G, Mosca F.

Influence of videogames and musical instruments on performances at a simulator for robotic surgery.
Moglia A, Perrone V, Ferrari V, Morelli L, Boggi U, Ferrari M, Mosca F, Cuschieri A.

Quantum dots labelling allows detection of the homing of mesenchymal stem cells administered as immunomodulatory therapy in an experimental model of pancreatic islets transplantation.
Mannucci S, Calderan L, Quaranta P, Antonini S, Mosca F, Longoni B, Marzola P, Boschi F.

Use of the new da Vinci Xi® during robotic rectal resection for cancer: a pilot matched-case comparison with the da Vinci Si®.
Morelli L, Guadagni S, Di Franco G, Palmeri M, Caprili G, D’Isidoro C, Cobuccio L, Marciano E, Di Candio G, Mosca F.

On the history of gout: paleopathological evidence from the Medici family of Florence
V. Giuffra, S. Minozzi, A. Vitiello, A. Fornaciari. Università di Pisa

Trepanation to Treat a Head Wound: A Case of Neurosurgery from 13th-Century Tuscany
Giulia Riccomi, Gino Fornaciari, Angelica Vitiello, Anna Bini, Davide Caramella, Valentina Giuffra. Università di Pisa

Paleopathological evidence of paranasal lesions: Two cases of frontal sinus
osteomata from Imperial Rome
Giulia Riccomia, Simona Minozzi, Walter Pantano, Paola Catalano, Giacomo Aringhieri,
Valentina Giuffra. Università di Pisa